Progetti

ASSOCIAZIONE VELA TRIMARANO A.S.D.
RICHIESTA DI UN CONTRIBUTO PER LA REALIZZAZIONE DEL
PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DI UN TRIMARANO:

domande richieste e risposte date.

Descrizione sintetica del progetto, esplicitando:

— descrizione del bisogno e motivazioni da cui trae origine il progetto;
— obiettivi specifici del progetto;
— modalità di realizzazione.

Il fenomeno del disagio sociale in specie quello giovanile sta assumendo dimensioni sempre più preoccupanti a livello sociale e scolastico, con modalità che riguardano la sfera comportamentale, relazionale, cognitiva ed emotiva.

La difficoltà maggiore che si riscontra nell’aggancio terapeutico consiste nel trovare attività motivanti che possano aiutarli a sperimentare situazioni emotive e di confronto con l’altro nel raggiungimento di un obiettivo.

La vela-terapia usa la metafora del mare-lago come ambiente da esplorare attraverso orizzonti soggettivi che rispecchiano il percorso di crescita sintetizzato nel viaggio che si intraprende ogni volta che mette la barca in acqua. Imparare a costruire una barca, a governarla seguendo una rotta precisa e condivisa, aiuta la persona ad apprendere attraverso l’esperienza la fatica di costruirsi un percorso personale, consapevole delle proprie potenzialità nel gestire le difficoltà e gli imprevisti nel raggiungimento di una meta; la rotta da tracciare e seguire diventa metafora di un orientamento reale rispetto al proprio progetto di vita scolastica o professionale.

Il trimarano a differenza di altre imbarcazioni, può essere governato facilmente da tutte le persone e senza alcun rischio, in modo che siano in prima persona a mettersi in gioco nel condurre la barca, aumentando la propria autostima attraverso l’assunzione di responsabilità e la gratificazione nell’essere in grado di governare al rotta che decide di intraprendere.

La costruzione dell’imbarcazione viene seguita da operatori affiancati da maestri di vela che nel contempo tengono un corso pratico ai partecipanti con la supervisione di supervisore medico dello sport.

Raccontare la storia di qualcuno che trarrà beneficio da questo progetto e vedrà migliorare. grazie ad esso. la propria situazione.

Giovanni è un ragazzo di 15 anni segnalato dal servizio sociale per problematiche comportamentali e relazionali in seguito ad una forte situazione di disagio famigliare. Nell’ultima anno ha anche interrotto la frequenza scolastica è non è stato in grado di conseguire la licenza media.
Il vostro progetto è urgente?

L’urgenza è contestuale al fatto che da un monitoraggio effettuato con le scuole ed i servizi socio-educativi sono già stati individuati un gruppetto di una decina di ragazzi per i quali il progetto potrebbe essere funzionale in riferimento alle loro problematiche di crescita.

Il vostro progetto va a completare altri servizi già presenti nel territorio?

Il presente progetto si pone come risorsa esperienziale e laboratoriale, che va ad integrare il lavoro socio-educativo e terapeutico dei servizi territoriali, dando al soggetto la possibilità di sperimentare quanto appreso all’interno dei progetti di sostegno e di recupero.

Ritenete che il vostro progetto sia in grado di creare modelli esportabili in altri territori simili al vostro?

Assolutamente sì, tenendo conto delle positive esperienze pregresse in riferimento ai percorsi che hanno utilizzato lo sport come strumento terapeutico ed in considerazione dei costi accessibili.

Raccontate come il progetto si sosterrà nel tempo.

Facendo diventare la costruzione dei trimarani un’attività produttiva vera e propria, con il ricavato da investire in progetti sportivi a sfondo socio-educativo, ottimizzando nel contempo le risorse interne delle associazioni.

Quali azione intendete intraprendere per stimolare donazioni?

Attività di fund-raising, con testimonial sportivi e coinvolgimento di società sportive professionistiche come Yacht Club di Como, utilizzo di figure professionali già operative all’interno delle associazioni aderenti al progetto.

Come intendete rendere noto alla comunità il contributo finanziario erogato a vostro favore?

Organizzazione di conferenze stampa, presentazione sui media locali, diffusione sui siti web, realizzazione di un filmato promo con personalità del mondo della vela, locandine di presentazione, ecc.

Entro quando pensate di realizzare il vostro progetto?

Entro il più breve tempo possibile..

E’ stato inserito all’interno di un progetto di accompagnamento scolastico, ma risulta demotivato e non agganciabile rispetto a percorsi e proposte d’orientamento scolastico. La psicologa che lo segue all’interno di un percorso sostiene che quello che servirebbe al ragazzo è un’attività che lo aiuti a sperimentare concretamente concetti come: fatica, senso di responsabilità, libertà di scelta, condivisione progetto, meta, divertimento.

Un giorno passeggiando lungo le rive del lago, Giovanni rimane affascinato nel vedere dei ragazzi in acqua con delle piccole barche ‘a vela e nel vedere la facilità con cui le governavano facendosi trasportare dal vento. Viene accompagnato da un educatore in un circolo di vela, dove conosce un velista in pensione (Loris) che lo avvicina a questo mondo. Giovanni scopre un mondo dove le parole che gli adulti gli ripetono in continuazione possono essere vissute con un’esperienza concreta. Gli parliamo di questo progetto e della possibilità di poterlo attuare, adesso ha un sogno poter costruirsi la propria piccola imbarcazione. Nel contempo il suo comportamento migliora così come la sua voglia di studiare, avere un obiettivo gli sembra qualcosa di reale, orientarsi adesso gli sembra più facile perché l’ha già sperimentato sulle acque del lago.

Il progetto è presentato congiuntamente da più organizzazioni? Se si, specificare il capofila e i partner.

L’Ente capofila è rappresentato dall’Associazione Sportiva Vela Trimarano, che si occuperà della progettazione della barca e dei corsi di vela per gli allievi. L’organizzazione Exodus, con sede a Porto ferraio Isola D’Elba, che si occuperà della fase operativa di assemblaggio e costruzione della barchetta, ed i maestri d’ascia della Nautica Lariana con la funzione di insegnanti nelle fasi di assemblaggio, finitura e collaudo finale. Se si riterrà necessaria ci sarà la presenza di una Dottoressa Psicologa che gentilmente si presterà per aiutarci nelle necessità educative.

Sono previste modalità che permettano una maggior efficacia nell’utilizzo del contributo? Se si, quali sono:

I costi verranno ottimizzati attraverso l’utilizzo di operatori socio-educativi di Exodus ed attraverso macchinari e strutture adeguate presenti presso l’Associazione vela Trimarano.

Che rapporto stimate ci sia tra i costi del progetto e i reali benefici per gli utenti:

Il trimarano è l’unica imbarcazione che per modalità di progettazione e costruzione permette costi accessibili per giovani ragazzi che si avvicinano al mondo della vela, garantendogli un’esperienza sportiva ed educativa di crescita altrimenti non realizzabile per motivi economici.